“Chi scende dal palco?”… Albadoro Gala

di Maria Giovanna Tarullo

L’arte del burlesque vibrava dentro di lei, c’era bisogno solo di accendere la miccia e quel sacro fuoco avrebbe infiammato i palchi di tutto il mondo.

Questa la storia di Albadoro Gala che, grazie alla partecipazione al talent show di Sky “Lady Burlesque”, si è buttata alle spalle il passato e si è donata anima e soprattutto corpo al burlesque, diventando una delle performer più ricercate in Italia e all’estero.

Forte della sua esperienza (vincitrice del “Best Classic” al Munich Burlesque Festival nel 2012 e di tre Golden Pasties al New york Burlesque Festival 2012-2013-2014) dà vita al “Caput Mundi International Burlesque Award” che si svolge dal 2013 a Roma, sconvolgendo per tre giorni la Capitale dove si trasferisce per l’occasione tutto il mondo del burlesque.

Foto Riccardo Abbondanza

Poi, crea una linea di accessori per quest’arte dal nome “Baci di Gala”… ma ora vi facciamo raccontare tutto da lei che è “scesa dal palco” solo per i lettori di Burlesque News!

Nome e cognome: Angelica Massafra

Nome d’arte: Albadoro Gala

Nata: Il 23 settembre 1975 a Foggia

Stato civile: Sposata

Segni particolari: Critica con gli altri, spietata con me stessa e ossessionata dal “dettaglio”.

Burlesque per me significa: Entrare in contatto con gli umani: sono una aliena, non ci so fare con le persone. La mia spassionata sincerità viene spesso fraintesa e quindi parlo poco. Il burlesque dà voce alle mille donne che abitano dentro di me e che sul palco urlano tutto ciò che hanno da dire senza timore alcuno.

Prima apparizione sul palco: “Lady Burlesque”, talent show del 2011.

Lo spettacolo che porto nel cuore: Prima apparizione in “Lady Burlesque”. Non sono stata una ballerina o una aspirante attrice prima di incontrare il burlesque; per me Lady Burlesque è stata davvero la mia prima volta! Porto nel cuore quel preciso ed eterno attimo durante la mia prima esibizione, in cui ho capito che quella sarebbe stata la mia strada, che nient’altro mi avrebbe emozionato di più e che avevo trovato finalmente.

Il mio lessico, fatto di gesti, dettagli e suggestioni: il burlesque! Il mio angoletto di mondo dove spogliarmi di tutto e donarmi senza remore: il palco… e il mio drink preferito: il pubblico.

L’accessorio che porto sempre con me: Non sono il tipo da specchietto e rossetto nella borsa, ma mi vedrete spesso con un calice tra le mani; forse fra qualche anno una fiaschetta nel reggicalze.

Sogno di esibirmi davanti: Un pubblico di estremisti, bigotti, intransigenti, massimalisti, maschilisti, morigerate e santarelline e vedere, alla fine, se respirano ancora.

Se rinascessi vorrei essere: Albadoro Gala

Motto personale: Le fantasie non vanno censurate (Samantha Jones)

Progetti futuri: Troppi naturalmente! A settembre aprirà Gala Studio, finalmente il mio quartier generale, a novembre il Caput Mundi International Burlesque Award giunto alla sua quarta edizione e che quest’anno farà un grande salto.

Poi, Albadoro Pages un fumetto che racconterà le mie avventure, creare una linea commerciale della, ormai ben avviata linea burlesque, Baci di Gala ed infine, ABC burlesque il mio primo libro dedicato al burlesque.

Albadoro Gala 1

Foto di Alberto Guerri

© 2016, Redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Riproduzione riservata !!!