Intervista con Immodesty Crystal

Conosciamo meglio colei che porterà per la prima volta un festival di Burlesque a Chiaravalle contro pregiudizi e luoghi comuni

Vi abbiamo già anticipto alcune notizie sulla prima edizione del Chiaravalle Burlesque Festival 2018, svelandovi i nomi delle partecipanti. Oggi invece vogliamo presentarvi la producer dell’evento: Immodesty Crystal, argentina d’origine e marchigiana d’adozione, performer e insegnante del nuovo corso di Burlesque a Chiaravalle, che ci racconterà qualcosa di più su di lei e sul festival.

Quando hai scoperto il Burlesque?

Ho scoperto il Burlesque circa 6 anni fa… e per gioco e sfida contro me stessa un anno dopo ho iniziato a studiarlo.

Come hai scelto il tuo nome d’arte?

Crystal sin da ragazzina è stato il mio soprannome, poi mi aiutò la mia insegnante di burlesque a Roma Grace Hall che a lezione mi disse che le ricordavo tantissimo Immodesty Blaze… mi documentai, la osservai, e dopo una attenta analisi, il mio nome, che fino ad allora era stato solo Crystal, divenne Immodesty Crystal…

Cosa ti piace e ti ha conquistato del burlesque?

Il viaggio emozionale che ti porta a fare, il senso di libertà che si prova dopo ogni lezione, l’aggregazione che si crea con altre ragazze mai viste prima che poi diventano amiche, confidenti, complici… il lavoro che la “maschera” fa nel burlesque è sconvolgente poiché, essa, assieme al nome d’arte altro non è che il nostro alter ego che, normalmente, per pudore, vergogna e scarsa autostima tendiamo a reprimere e demonizzare… lo strip in sé che fa parte del burlesque altro non è che il risultato di noi stesse che auto accettandoci ci “spogliamo” di ciò che ci nasconde…


Sei un’insegnante anche tu? 

Sì, da pochissimo, da Settembre 2017.

Raccontaci del tuo lavoro di insegnante.

Ho avuto il sano timore di non esserne all’altezza, ma ho provato e mi sono buttata. Con grande piacere e stupore ho potuto constatare che come insegnante sono forse anche più brava che come performer!

A Chiaravalle cosa si sa del Burlesque?

Purtroppo assolutamente nulla!

Come ti è maturata l’idea di organizzare il Chiaravalle Burlesque Festival?

Una mia allieva un giorno si presentò a lezione strana, spenta, occhio lucido… Era stata presa sotto torchio da amiche e conoscenti perché veniva a lezioni di burlesque. Questa condizione fece scattare in me qualcosa che mi portò a ragionare molto su me stessa e su come io fossi arrivata fin lì, su cosa il burlesque come disciplina avesse fatto per me e stesse facendo per le mie ragazze. Dovevo far cambiare le cose!


Hai coinvolto l’Associazione H.E.T.A., Centro Multidisciplinare per il Disagio Psichico e i Disturbi Alimentari. Puoi spiegarci meglio come mai?

In realtà per questa edizione purtroppo non potranno essere fisicamente presenti per cause di forza maggiore, ma ho il loro appoggio ed il loro sostegno riguardo questa iniziativa. Ad ogni modo li ho coinvolti perché durante la serata parleremo, tra le altre cose, di anoressia e bulimia, autostima ed auto accettazione di se stessi.

Perché?

Perché da esperienza diretta posso dirvi che sono stata sia anoressica che bulimica, e che sono malattie dalle quali non si guarisce, è un tarlo che una volta insinuatosi in testa resta lì… ed io non posso sottovalutare il lavoro che il burlesque come disciplina ha fatto su di me. Ora mi guardo e mi accetto, mi sento bene con me stessa. E lo devo tutto a quest’arte magica!!!

Cosa ti aspetti da questa prima edizione del festival?

Spero che la gente riesca a vedere e guardare il burlesque con gli stessi occhi con cui lo guardo io!!!

Come lo sta accogliendo e aspettando la città?

Devo dire da una fase iniziale di shock ora direi molto bene!

Qualche anticipazione o curiosità solo per Burlesque News?

Sarà un festival pieno di sorprese, non avremo premiazioni ma gentili donazioni dei nostri partner di oggetti artigianali, le ragazze saranno sbalorditive ed io… Sto già pensando ad una sessione estiva in occasione del Summer Jamboree….

 

© 2018, Redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Riproduzione riservata !!!