“Chi scende dal palco?”… Candy Rose

di Maria Giovanna Tarullo

“E’ possibile nascere nell’epoca sbagliata?”, questa domanda sorge spontanea osservando esibirsi sul palco la burlesque performer Candy Rose.

Pelle diafana, sguardo da gatta, labbra rosso fuoco e un’eleganza innata, caratteristiche che avrebbero permesso a Candy Rose di spiccare nell’olimpo delle dive anni trenta. Nonostante l’epoca moderna, Candy ha deciso di non buttare questo suo potenziale e, grazie alla sua passione per la danza coltivata sin da bambina, si avvicina all’arte del burlesque. La sua esperienza è legata al Micca Club di Roma dove, prima ha frequentato dei corsi e dopo la parentesi nel talent show di Sky “Lady Burlesque”, entra a far parte come allieva dell’Accademia d’Arte Burlesque. Dal 2013 ne diventa insegnante stabile. Insieme alla collega Giuditta Sin è ideatrice ed organizzatrice di “Burlesque Factor”, primo talent live italiano dedicato al Burlesque.

Nome e cognome: Gabriella Bartolone

candy-rose-bicchiere

Nome d’arte: Candy Rose
Nata il 23/12/1920 a Atri
Stato civile: Nubile
Segni particolari: Pelle diafana e occhi di ghiaccio
Burlesque per me significa: Estetica, teasing, femminilità

1111

Prima apparizione sul palco: Da bambina al mio primissimo saggio di danza, disciplina che non ho più lasciato e grazie alla quale sono diventata la performer che potete ammirare oggi.

Lo spettacolo che porto nel cuore: Il “Lunedì al Burlesque Cafè”, giunto ormai al suo terzo anno consecutivo, in una location magnifica e piena di storia come il Salone Margherita. Ogni volta che salgo su quel palco è come fosse la prima, non ci si abitua mai a certe emozioni.

L’accessorio che porto sempre con me: Il mio rossetto preferito, il rosso puro Pro-Longwear di “Mac Cosmetics”.

Sogno di esibirmi davanti: Al Papa! Ahahah scherzo! Anche se credo apprezzerebbe.

939398_10208871754540496_408886054_o

Se rinascessi vorrei essere: Quella che sono, con la stessa forza e la medesima intensità con cui affronto la vita e il mio lavoro. Vorrei solo avere il coraggio di fare le stesse scelte con maggiore anticipo.
Motto personale: Meglio invidiata che compatita.
Progetti futuri: Top secret per ora! Continuate a seguirmi e scoprirete cosa bolle in pentola.

© 2016, Redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Riproduzione riservata !!!