“L’arte del Burlesque” raccontata nella mostra fotografica di Guido Laudani

Ospitata sino al 24 giugno negli spazi dell’atelier e showroom NAT, nel cuore del quartiere Monti a Roma

Sabato 10 giugno, alle ore 18.30, negli spazi dell’atelier e showroom NAT by Natalia Rinaldi – nel cuore del quartiere Monti a Roma – sarà inaugurata la mostra fotografica di Guido Laudani “L’arte del Burlesque” curata dal critico Barbara Martusciello. 

La mostra propone una selezione di scatti che l’autore ha realizzato durante una serie di spettacoli di burlesque. Guido Laudani, infatti, ha seguito questa nuova vita del burlesque dai suoi esordi, primo tra gli autori a fotografare durante le performances, dato che non ha praticato la fotografia in studio ma la più complessa scelta sul palcoscenico, con i soggetti in azione, nel turbinio delle luci, dei suoni, nella danza e nel movimento.

Egli riesce a fotografare anche il temperamento dell’artista in esibizione, l’atmosfera della pièce e la ritualità dello spettacolo. Che palesa la bellezza e la sensualità che dichiarano anche una differente idea del femminile, irridendo spregiudicatamente gli stereotipi e, per esempio, non celando qualche umanissima imperfezione.

Laudani immortala tutto con il suo stile. Le sue inquadrature, che hanno sempre un proprio segno distintivo,
restituendo immagini accattivanti dove il glamour è tutto in quel che si vede, con una sua autenticità: senza, cioè, quell’affettazione esasperata di certa comunicazione pubblicitaria, quella banalità di tanta rappresentazione televisiva e quell’assenza di garbo dell’industria del porno.

Di scardinamento, a suo modo, di preconcetti e cliché sul femminile (e anche sul maschile!). Se riconosciamo anche qualcosa di frivolo e forse ancora – per molti – vagamente scandalosa, ebbene: se è vero che la bellezza è negli occhi di chi guarda, allora anche l’oscenità e il peccato lo sono. Così, la mostra indirettamente conferma che: “Non c’è nessun peccato, tranne la stupidità.” Parola di Oscar Wilde.

In mostra foto delle artiste di Burlesque Candy Rose, Giuditta Sin, Sophie D’Ishtar, Scarlett Martini, Vesper Julie, Marlene Closeou, l’americana LouLou D’ivil, Lola Maldad, Maria Freitas – quella Madame de Freitas che è anche abilissima, ingegnosa costumista e ha il suo strabiliante Atelier Ultramoderno  – di cui è esposto un magnifico costume di scena; e poi dei boylesque Gonzalo De Laverga e Le Male.

La mostra sarà aperta sino al 24 giugno. Orari: lunedì h 15.00-20-00; da martedi a sabato: h 10.30-14.00 e 15.00-20.00; domenica chiuso. Per info: Tel. 339/857 2393

© 2017, Maria. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Riproduzione riservata !!!