Rimmel Lil Etoile al “Venerdì in vetrina” al Vault 41

di Paolo Bianchi

Se pensate che a Roma si possa assistere solo a show di burlesque classico, in storici teatri dal gusto vintage, vi sbagliate. C’è un piccolo locale capitolino, il Vault 41, che organizza l’iniziativa ‘Venerdì in vetrina’, facendo esibire letteralmente in vetrina le performer di burlesque. 

vault 41 logo

Il Vault 41 si definisce: “un concept di Piero Basso aka Ku189, in collaborazione con Annalisa Basso aka Black Bijou, un bunker ideologico ed artistico che racchiude al suo interno tutte le sue  passioni e le sue esperienze. Boudoir per tatuati e tatuatori, Vetrina performativa per talentuosi…”

Venerdì 10 febbraio è stato il turno di Rimmel Lil Etoile, intimamente ed autenticamente underground. Vera nella sua sensualità ostentata e ineffabile nella sua malcelata dolcezza, Rimmel Lil Etoile si è esibita nella vetrina del Vault 41 proponendosi in due routine. Il primo act l’ha vista improvvisare, in borsalino e trench, passi suadenti ispirati al tango e al cinema noir anni ’30, fino a scartare quell’involucro fintamente virile per mostrare un corpo femminile sensuale e tatuatissimo. Dall’uomo apparente e copertissimo alla femmina più selvaggiamente naturale: è così, attraverso due estremi, che l’artista ha scelto di racchiudere in sé e di raccontare al pubblico l’intero ventaglio di ciò che la Donna può essere e rappresentare. Nel secondo act è stata invece una bambola meccanica che prende vita, ricordando la memorabile scena dell’automa de Il Casanova di Federico Fellini.

Rimmel Lil Etoile fotografata da Gabriella Deodato

I forti contrasti generano armonia e, quindi, bellezza: ed è così che Rimmel Lil Etoile ha generato qualcosa di bello di cui, noi presenti, le siamo tutti profondamente grati.

 

© 2017, Redazione. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Riproduzione riservata !!!