“Chi scende dal palco?”… Sally Van Tassel

di Maria Giovanna Tarullo

Provate ad immaginare che uno scienziato un po’ pazzo, di quelli che si trovano nei film, abbia deciso di mescolare in una provetta in parti uguali sensualità, grazia, malizia ed ironia in dosi massicce… beh è da questa miscela esplosiva che prende vita la protagonista della nostra rubrica la burlesque performer Sally Van Tassel.

Unendo le sue due grandi passioni, la danza ed il cinema, Sally è riuscita a catturare l’attenzione del panorama internazionale del burlesque con i suoi act pensati per coinvolgere il pubblico in una breve storia, interpretando donne dalle diverse personalità. Dal 2013 è insegnante nei corsi accademici e nei workshop Les Rendezvous Burlesque dell’agenzia Les Folies Retrò.

Sally by Marco Berretta

Nome e cognome: Vi dovete far bastare il nome d’arte

Nome d’arte: Sally Van Tassel

Nata il 6 agosto a Roma

Stato civile: Libera

Segni particolari: Film addicted

Burlesque per me significa: E’ una forma d’arte viva ed in evoluzione. È la creatività totale – costume, musica, coreografia, storia – che accumula stimoli, poi lavora per sottrazione e si perfeziona in cinque minuti o poco più. “Voglio raccontarvi una storia” è il più bel regalo che si possa fare al proprio pubblico, e io racconto storie. 

Prima apparizione sul palco: Come ballerina molto tempo fa, come Sally Van Tassel il 28 ottobre 2011

Lo spettacolo che porto nel cuore: Porto ogni show nel cuore, ma il primo non si dimentica mai ed i festival hanno una marcia in più. Il pubblico ai festival è magnifico e il confronto con performer di tutto il mondo è stimolante. Il backstage poi è la parte migliore

SallyVanTassel_lifeisadarkcabaret

L’accessorio che porto sempre con me: Il balsamo per le labbra

Sogno di esibirmi davanti: Tim Burton. Rileggete il mio nome e ti sarà chiaro il perché

Se rinascessi vorrei essere: Esattamente chi sono oggi

Motto personale: Ne dico due. Quello di Charlie Chaplin “Un giorno senza sorriso è un giorno perso” che sposo in pieno, e poi il mio “Ogni supereroe ha il suo alter ego nerd”, ragion per cui non ti dico il mio nome di battesimo. Non chiedi a Batman il suo “vero” nome. Ma lui non potrebbe essere Batman se non fosse Bruce Wayne.

Progetti futuri: Ne ho diversi con la mia amica e mentore Milky Butterfly, direttrice artistica e fondatrice di Les Folies Retro (la prima retrò agency a 360°), ma non si parla prima di essere sicure! Poi ho diversi nuovi act in preparazione. Le mie performance hanno subito una svolta più personale e meno mainstream, ma sempre ispirata dal cinema, ovviamente!

ombra

 

 

© 2017, Maria. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Riproduzione riservata !!!